Santa Lucia in Faulle

La terra e l’Uomo

Essere attenti alla terra significa comprenderne le esigenze.
Fare sì che divenga autosufficiente, che sia in grado di ricavare il nutrimento di cui ha bisogno direttamente dai numerosi
organismi animali e vegetali che essa stessa ospita.

Affidarsi alla Natura

Ormai da vent’anni abbiamo scelto l’agricoltura e la filosofia biodinamica.
Ci siamo resi conto che, per lavorare con la natura, conviene prendersi il tempo per osservarla.
Il cosiddetto terroir altro non è che l’unione e la sintonia di quattro elementi: la terra, l’aria, la vite e l’uomo.
L’osservazione si dedica quindi su questi.

Una Ricerca continua

Il filo conduttore tra le nostre due generazioni è riassumibile in una parola: ricerca.
Da quando negli anni settanta Alceo ha introdotto vitigni “inusuali” per l’epoca a quando nel 2010 Luca e Maurizia hanno fatto il primo vino senza solfiti.
Le tappe di questa ricerca sono state tante, e tante ancora saranno. Esattamente come la natura, crediamo che anche l’uomo debba essere una forza in continua crescita e fermento.

Un Anfiteatro di Luce

Si adagia nella valle della “Conca d’Oro”, a sud di Panzano in Chianti.
Porta il nome della santa che, secondo la tradizione cristiana ed ortodossa, giungeva in prossimità del solstizio invernale a riportare luce e vita alla terra.

Una Storia fatta di Buone Idee

Il nome della vallata ha origini medioevali. Risale ai tempi in cui Siena e Firenze si contendevano le terre del Chianti. Questa “conca”, data l’ottimale esposizione a sud-est e sud-ovest, rappresentava ai tempi una risorsa strategica fondamentale per la coltivazione del grano (da qui il riferimento al colore dell’oro).
Oggi, del vino.

Preferenze Privacy
When you visit our website, it may store information through your browser from specific services, usually in form of cookies. Here you can change your privacy preferences. Please note that blocking some types of cookies may impact your experience on our website and the services we offer.